Viaggio attraverso i 650anni dell'Unipv: Museo della Scienza e della Tecnica



Questa pagina è nata grazie a un progetto universatario con lo scopo di celebrare il 650° anniversario della nascita dell'Università di Pavia e di promuovere in questa gloriosa occasione i suoi musei.
E' stata creata per il corso di Comunicazione Digitale e Multimediale B della facoltà di C.I.M.
Il Museo qui trattato è quello della Scienza e della Tecnica.

Nicoletta Joli.















...ecco qualche foto delle invenzioni che ci hanno reso la vita più facile!!...


























...e qui accompagnate dalle note di Elisa...



















Snoopy and Mickey Mouse

Snoopy and Mickey Mouse at phone




Cabina telefonica

Ecco una "tipica" cabina telefonica












...qualche esperimento...part1...































...qualche esperimento...part2...



















...E ADESSO UN PO' DI INFORMAZIONI...

Il Museo fa parte del sistema museale di Pavia ed è ospitato nella struttura localizzata nel campus universitario di via Ferrata. Occupa una superficie di 5000 mq. Nei suoi locali si è tenuta nell´ottobre 2005 la mostra su “Albert Einstein ingegnere dell’universo”.
Varie sono le collezioni che sono confluite nel museo della Tecnica Elettrica: la collezione di partenza è quella raccolta, nel corso di oltre un decennio, presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica. Si tratta di oltre 3. 000 reperti che provengono da industrie e collezionisti privati. Il patrimonio inoltre è in continua espansione per donazioni e prestiti. A questo nucleo se ne sono aggiunti altri due, concessi in comodato all’Università di Pavia: la collezione Enel, già del museo della Tecnica Elettrica di Roma e la collezione Sirti (Società italiana reti telefoniche internazionali).
L’intera raccolta Enel si compone di circa 400 pezzi, grandi e piccoli, messi a disposizione da centrali e impianti di tutta Italia . La collezione Sirti, grande azienda del settore delle telecomunicazioni, è costituita invece da oltre 3. 000 reperti, provenienti in prevalenza dal settore della telegrafia e della telefonia.
Nel Museo trovano posto: le gallerie per le esposizioni permanenti e temporanee, un archivio e una biblioteca, oltre ai magazzini e a servizi vari. I reperti grandi ed ingombranti saranno collocati all’esterno.
L’esposizione segue un ordine cronologico nell’ambito delle varie tematiche: produzione, trasporto, distribuzione e utilizzazione dell’energia elettrica; le comunicazioni elettriche e le altre applicazioni. Oltre ai reperti originali sono ospitati modelli, illustrazioni, simulazioni, filmati e altre applicazioni multimediali. Alcuni esemplari sono predisposti per uso didattico.
Il Museo della Tecnica Elettrica è stato pensato non solo per gli studenti ma anche per un pubblico più ampio, interessato ai temi della scienza e della tecnologia elettrica così importanti per la nostra vita quotidiana. Visitare il museo significherà riflettere sul sapere tecnologico e familiarizzarsi con i prodotti della tecnologia, quelli di ieri e quelli di oggi.
Gli studiosi vi troveranno invece i materiali per approfondire i loro interessi e le loro ricerche. Al museo è infatti annessa la biblioteca storica, costituita con il Fondo, ceduto nel 1998, dalla sezione di Milano dell’Associazione Elettrotecnica Italiana e attualmente presso il Dipartimento di Energia Elettrica dell’Università. Il Fondo conta tremila monografie e duemila tra volumi e riviste, che documentano lo sviluppo delle principali applicazioni elettriche, della fine dell’Ottocento fino ad oltre metà del Novecento.



Continua il tuo viaggio con noi attraverso l'UniPV!!!
Scopri anche l'Orto Botanico e il Museo di Storia Naturale!!!


....e per saperne di più: